Archivio

Archivio Aprile 2015

Bruciato il Rifugio di Andrea Cisternino

13 Aprile 2015 2 commenti

Aggiornamento del 20 aprile:
Le vittime accertate sono in tutto 69, di cui una gattina, la piccola Nastya. Gli angeli sono stati sepolti con grande commozione,  Andrea ha continuato a lavorare, ricacciando indietro le lacrime, tenendo a bada il dolore, la rabbia, sostenuto anche da quella parte della popolazione ucraina che ha dato prova di essere dalla sua parte.

la sepoltura dei cani

Nastya

Tutta l’Italia si è stretta intorno a lui: fiaccolate, testimonianze d’affetto, articoli, post, centinaia di commenti nella sua pagina Facebook. Anche la TV si è interessata, Edoardo Stoppa di Striscia la notizia si è collegato con lui per una breve intervista; è stato mandato in onda il video già postato su Facebook girato subito dopo l’attentato.
Guardandolo e ascoltando la sua disperazione, è stato difficile trattenere le lacrime, un attentato così crudele ha lasciato il segno nei nostri cuori e oggi più che mai siamo vicini a quest’uomo che ha fatto del suo amore per i cani una vera e propria missione, in una terra decisamente non facile.

Le vittime dell'incendio

Presto inizierà la ricostruzione di Rifugio Italia, stanno arrivando aiuti economici e materiali da costruzione, oltre al necessario per i cani superstiti. Nei giorni scorsi è giunta una tonnellata di cibo donata da alcuni residenti, altri stanno iniziando ad aiutarlo attivamente e forse da una disgrazia potrà germogliare il seme dell’amore e della solidarietà.

Rifugio Italia

volontari-ucraini

Una pacifica convivenza è fondamentale per il futuro del Rifugio e dei suoi ospiti. In base alle dichiarazioni postate da Andrea nella sua pagina Facebook, la struttura  non sarà più costruita in legno, giacché grazie agli aiuti economici si dovrebbero utilizzare materiali ignifughi.

La pagina di Rifugio Italia la trovate cliccando qui, quella di Andrea Cisternino qui.

©2015 Mirella Puccio ~Tutti i diritti riservati 

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Tragedia in Ucraina: domenica 12 aprile, a Kiev è stato dato alle fiamme da ignoti Rifugio Italia, il canile modello creato da Andrea Cisternino per salvare e ospitare i randagi in una terra che invece li perseguita.

Settantacinque i cani morti nell’incendio. Non ci sono notizie ufficiali sui giornali e neanche l’Ansa fino a stanotte (ore 03.30) ha pubblicato nulla al riguardo, per fortuna Andrea ha fornito alcuni particolari tramite la sua pagina Facebook e postato un video in cui racconta l’accaduto, mostrando il Rifugio distrutto dal fuoco e alcuni corpi carbonizzati di quelle creature che amava tanto. Potete visionarlo a questo link: http://tinyurl.com/puxelwk .

Dopo averlo visto, ho provato tanta rabbia e commozione, oltre a un senso d’impotenza.

Ammiro il coraggio di Andrea e spero che non abbia altri problemi, ha perso tutto e la morte dei 75 cani è un fatto sconvolgente.

Di certo dovremo muoverci per aiutarlo, ci sono una ventina di cani sopravvissuti che andranno trasferiti altrove, prima che accada un nuovo incidente.

Andrea Cisternino

Inutile aggiungere che siamo molto preoccupati anche per la sua sicurezza. La Farnesina ha promesso che s’interesserà, staremo a vedere se le istituzioni aiuteranno lui e i cani superstiti, tanto faticosamente salvati dalla strada. Il mondo animalista di certo lo sosterrà e non lo lascerà solo.

Oggi, lunedì 13 alle ore 15.00, si terrà un presidio davanti al Consolato generale dell’Ucraina a Milano, i dettagli cliccando qui chi fosse sul posto è pregato di partecipare.

È attiva una petizione su Change.org,  cliccando qui, si aprirà la pagina relativa.

Sarà mia premura postare ulteriori aggiornamenti.

Vi lascio con queste belle immagini che mostrano Andrea Cisternino con alcuni dei suoi amati cani.

Andrea Cisternino

Andrea Cisternino

Buon Ponte alle 75 creature innocenti vittime della violenza umana.

©2015 Mirella Puccio ~Tutti i diritti riservati~

~Filippiche Vegan~

12 Aprile 2015 4 commenti

Un buon 90% dei miei contatti su Facebook è onnivoro.

Alcuni sono molto educati, c’è un buon dialogo, in certi casi sembrano quasi coerenti, altri un po’ meno.

È rivoltante sentir parlare di amore per gli animali e poi leggere che si vantano delle proprie scelte alimentari, anche con foto dei propri piatti e affermazioni discutibili e tendenziose. C’è chi afferma che senza carne non ha energieche ne mangia ‘poca’ ma la mangiaperché ‘ci vuole’è indispensabile per la sopravvivenza (!)

Go vegan!

Una delle tante perle è che certuni si autodefiniscono ‘quasi vegetariani’ … dietro quel ‘quasi’ c’è tutto un mondo fatto di hamburger, bistecche, pesce… provassero a mangiarla cruda la carne, senza condimenti, né aromi… poi ne riparliamo.

sapore-della-carne-cruda

I Filippica: amate il vostro cane o il vostro gatto, vi sciogliete davanti un cucciolo, vi definite animalisti e poi per ‘rispetto alle tradizioni‘ vi mangiate l’agnellino o il maialino da latte e lo dichiarate pubblicamente.

II Filippica: amate tanto i cavalli, fate pure equitazione, poi vi mangiate l’hamburger, in cui sappiamo per certo viene macinato anche il cavallo insieme ad altre carni.

III Filippica: siete orgogliosi del vostro acquario pieno di pesciolini colorati e poi vi mangiate le grigliate di pesce e sbavate davanti a un’aragosta.

IV Filippica: senza il vostro adorato coniglietto non potete vivere e poi ve lo mangiate in salmì.

V Filippica: vi piacciono le ochette e poi vi mangiate il pâté de foie (foie gras o fegato grasso, n.d.r.) e postate pure la foto della melma spalmata sulle tartine, vantandovi di essere dei gourmet, dei buongustai.

oca ingozzata a forza

Siete complici di quest’abominio, non buongustai! La domanda genera l’offerta!oche per produrre il foie gras

Ci accusate di essere estremisti e violenti, provocate con battute di dubbio gusto… e voi che vi nutrite di cadaveri cosa siete? Come dovremmo definirvi? Assassini? Cannibali? Cimiteri ambulanti?… Ma no, scherziamo, mica siete voi a ucciderli, c’è qualcuno pagato per farlo, o forse i vitelli muoiono di morte naturale oppure si suicidano e poi li affetta una macchina.

terrore-al-macello

vivere e lasciar vivere

In un post dove attaccano i vegani, una tizia afferma di essere stanca di vedere durante la quaresima  immagini di agnelli felici al pascolo con scritte negative riferite a chi li mangia… vuoi vedere che i magnacadaveri cercano pure solidarietà???prima e dopo agnello

Ora, al di là delle filippiche, occorre precisare, una volta per tutte, che agnelli, maiali, vitelli, oche, pesci, ecc. ecc. fanno parte del regno animale, esattamente come cani e gatti, non crescono sugli alberi o nel terreno, respirano, pensano, hanno un cuore che batte, quindi, evitate di affermare che AMATE GLI ANIMALI perché è una BESTEMMIA. Non si può sentireeeeeeeeeeee! Voi amate SOLO gli animali domestici, gli altri li preferite cotti nel vostro piatto.

L'incoerenza degli onnivori

Continuate a mangiare quel che vi pare, siete liberissimi, ma non scandalizzatevi se in Asia e in Africa si mangia la carne di cane e di gatto, non perdete tempo a firmate petizioni, VOI, non siete tanto diversi da loro.carne di cane-vietnam

carne di cane-vietnam

Suppongo che molti onnivori siano pure contrari alla caccia… e alla pesca no?… È la stessa cosa!

I bordi di pelliccia dei vostri giacconi provengono quasi sempre da animali domestici e vengono scuoiati vivi, lo sapevate?

coniglio_scuoiato_vivo

Un consiglio, per il quieto vivere: siate più sommessi, queste affermazioni sul vostro amore per gli animali non andrebbero proclamate ai quattro venti.

Siete soggetti a critiche, se non le tollerate, modificate la privacy dei vostri post, affinché non venga urtata la sensibilità di chi gli animali li ama sul serio e li ama TUTTI, non li mangia, né indossa le loro pelli.

Non attaccate con stupide battute ironiche chi è vegan, dovreste solo provare stima e rispetto per chi è coerente fino in fondo. Forse anche un po’ d’invidia. Nessuna scelta avviene in un giorno, è graduale e non sempre è facile. Chi desiderasse consigli e suggerimenti per intraprendere un percorso alimentare serio e rispettoso di ogni essere vivente, mi contatti anche in privato.

sono-vegan

Chi invece fosse infastidito da queste  continue “Filippiche“, si cancelli tranquillamente dai miei contatti o non segua più il mio blog, perché continuerò a disturbare, con parole e immagini.

Buona domenica a tutti.

©2015 Mirella Puccio ~Tutti i diritti riservati~

Buona Veg-Pasqua!

4 Aprile 2015 Commenti chiusi

Vorrei dare per scontato che nessuno di voi mangerà agnello e che almeno in questi giorni riesca a mostrare compassione per le creature più fragili e indifese, auspicando una graduale passaggio a una scelta alimentare vegan.

Una campagna di sensibilizzazione è stata attuata da Animal Amnesty, che in questi giorni ha diffuso per il secondo anno consecutivo, 400 manifesti in undici città italiane : Torino, Milano, Varese, Lecco, Brescia, Bologna, Grosseto, Roma, Napoli, Brindisi e Catania.

Campagna Animal Amnesty

Nei manifesti sono raffigurati un cane e un agnello con la scritta: “Uno lo ami, l’altro lo mangi”, una frase che va al di là della consueta mattanza pasquale di agnelli, poiché intende sottolineare il fatto che tutti gli animali, non solo quelli d’affezione, hanno eguali diritti.

uova-vegan-probios

Il consumo di carne è diminuito anche quest’anno, ma sono ancora troppi gli irriducibili della costoletta d’agnello.

Inutile aggiungere che i menu cruelty-free sono altrettanto gustosi!

Guardate su http://www.veganblog.it/category/unidea-per/pasqua/ quante ricette, dal primo al dolce!

Vi segnalo inoltre che la Probios di Firenze, azienda leader in Italia nella distribuzione di alimenti biologici vegetariani, vegani e per intolleranze alimentari, ha deciso di lanciare anche l’uovo di Pasqua, in tre tipologie di gusto: uova di cioccolato alla soia, uova di cioccolato fondente; uova di cioccolato bianco alla soia.

Le uova di Pasqua vegane sono inoltre prodotte senza glutine e con cacao equo-solidale, il che non guasta.

Auguro una felice Veg-Pasqua a tutti i lettori del blog!

 

 

 

©2015 Mirella Puccio ~ Tutti i diritti riservati

Categorie:Animali, Argomenti vari