Archivio

Archivio Aprile 2014

Buona Pasqua Vegan

20 Aprile 2014 2 commenti

Scegli la vita, go vegan!…

 

Pasqua-vegan

 

©2014 Mirella Puccio – Tutti i diritti riservati

La nuova vita di Stella

18 Aprile 2014 Commenti chiusi

Ricorderete il mio precedente post in cui narravo i fatti accaduti l’11 febbraio scorso quando m’imbattevo in una gattina randagia investita dal solito pirata della strada…  il problema di Stella non era solo la frattura del bacino, ma ben altro.
La frattura in un cucciolo dopo un mese di immobilità in genere guarisce… Stella nel frattempo è stata curata con antibiotici, trattata con antiparassitario, ha eseguito le analisi del sangue, risultando negativa ai test Fiv e FELV, è ingrassata di mezzo chilo,  fatto la vaccinazione, ma… non ha mai camminato se non per brevi momenti.

Mesiversario di Stella

Siamo andate a visita presso un altro ambulatorio veterinario e stavolta la dottoressa è stata illuminante, poiché  ha subito avanzato l’ipotesi che la sua impossibilità a deambulare fosse di natura neurologica, consigliando una visita specialistica.

Reperita la specialista neurologa presso una clinica veterinaria, dopo un’accurata visita, ha riscontrato un’atassia cerebellare,  in seguito confermata grazie a una risonanza magnetica eseguita a distanza di alcuni giorni.

Stella è risultata affetta da una grave forma di ipoplasia cerebellare congenita.

Tale malformazione implica che il cervelletto si sia sviluppato poco o pochissimo e ciò causa una mancanza di coordinamento delle zampe posteriori, conferendo al gatto un’andatura traballante. Sempre che riesca a camminare, beninteso. E già, perché Stella, con la sua patologia, non dovrebbe compiere  più di qualche passo, difatti guardando le immagini della risonanza, il suo cervelletto appare decisamente minuscolo rispetto alla norma. La sua è una malformazione congenita trasmessa dalla madre, senza alcuna speranza di guarigione, poiché non esistono cure, né interventi chirurgici che possano mettere a posto le cose. Si tratta di gatti che vanno “gestiti” per citare il termine usato dalla dottoressa, e tenuti in ambienti sicuri e protetti, privi di ostacoli, poiché continuando a cadere e inciampare, rischiano di farsi del male.

Mercoledì 16 aprile, alle 16.45 Stella, dopo aver mangiato, ha camminato speditamente in balcone per circa 10 minuti, cadendo e rialzandosi da sola, salendo finanche su una pianta… avevano detto che la sua ipoplasia cerebellare era molto grave… che non avrebbe mai camminato… guardatela nel video!!!

Mi chiedo cosa sia accaduto…  guardo lei e il video, che ho visto infinite volte… come mai improvvisamente Stella abbia camminato e finalmente dopo due mesi di miagolii e lamenti sia diurni, che notturni, da giorno 16 sia cambiato tutto. Stella ha smesso di urlare, mangia in piedi (col solito appetito) e non adagiata su un fianco, ha l’aria sveglia e vivace, ma  fa tutto ciò che fanno gli altri gatti: riposa al pomeriggio e dorme la notte. E finalmente dormo anch’io!

Stella che cammina

Prende la vitamina B tre volte la settimana, mischiata al pasto del mattino; l’unica novità introdotta nei giorni precedenti alla “camminata” è stata il sedativo, al dosaggio minimo,  che dietro prescrizione medica le ho somministrato lunedì e martedì  nel pasto serale. Stella fin dal primo giorno si è comportata in modo molto vivace, anche un po’ aggressivo, la notte era iperattiva, non smetteva di strillare, durante il giorno si agitava tanto, non riposava mai e la notte non dormiva né lei, né io. Mercoledì è accaduto quanto suesposto e tuttora non riesco a capacitarmene.

Stellina

Scrivo questo post per incoraggiare tutti coloro che hanno un gatto affetto da ipoplasia cerebellare o altre patologie che non permettono quella che noi umani definiamo “vita normale“. Non arrendetevi, continuate con pazienza e costanza a seguirlo e consultate se possibile più di un medico. Alla fine, al di là dei farmaci e di ogni cura, cerchiamo di trasmettere fiducia e positività a queste splendide creature, che già di loro sono un serbatoio di risorse incredibile. Senza mai smettere di amarle.

©2014 Mirella Puccio – Tutti i diritti riservati

Stella nel cuore

Categorie:Animali