Archivio

Archivio Giugno 2011

Latte? NO, grazie!

27 Giugno 2011 8 commenti

Ultimo aggiornamento: 06 marzo 2015

latte

Forse molti di voi ignorano cosa si cela dietro/dentro un bicchiere di latte o un cappuccino… sofferenza, ma non solo. Si tratta di notizie poco diffuse, diversamente le aziende produttrici rischierebbero il fallimento.

La cattiva informazione miete vittime (e vale per tutto), la gente è talmente avvezza al suo latte quotidiano che se solo provi a spiegare cosa c’è dentro, ti ride in faccia o rifiuta di conoscere le modalità di mungitura e tutto ciò che vi ruota intorno: infezioni, antibiotici, ormoni e quant’altro.

È più facile chiudere gli occhi e ingurgitare la propria dose di veleno quotidiano.

Le mucche sono costrette a produrre una quantità di latte pari a 10 volte quello che sarebbe necessario per nutrire il proprio mungitura_meccanicavitello. Gli allevatori somministrano l’ormone della crescita bovina (BGH), che contribuisce all’infiammazione delle mammelle, di conseguenza si ammalano di mastite. Considerate che devono riempirsi fino a produrre più di 40 litri di latte al giorno, ciò provoca dolore, oltre all’infezione.

Le cure a base di antibiotici, ormoni e farmaci vari, distribuite alle mucche anche attraverso i mangimi, danno origine a un pericoloso mix che si miscela al latte (e alle carni, s’intende), di cui il consumatore finale non sempre è a conoscenza. In sintesi: LE MAMMELLE SECERNONO PUS CHE PASSA NEL LATTE INSIEME AI FARMACI.

Se volete saperne di più, vi consiglio di leggere anche quest’articolo http://www.medicinenon.it/latte_pus.htm che spiega chiaramente e scientificamente la composizione del latte, la quantità di cellule somatiche (pus) ammesse per legge e di tutte le altre sostanze di cui il nostro organismo farebbe volentieri a meno. Un’ inchiesta molto interessante è quella pubblicata da PETA (in inglese): http://www.peta.org/issues/animals-used-for-food/dairy-industry.aspx

In base alla direttiva comunitaria sono ammesse fino a 400.000 “cellule somatiche” e un contenuto di germi fino a 100.000. In un litro quindi si possono trovare fino a 400 milioni di cellule di pus e 100 milioni di germi. Basterebbe questo dettaglio per smettere di bere il latte!
I “limiti” sono indicati nella Direttiva Europea 92/46/CEE recepita dal DPR 14.01.1997 N. 54

La mungitura meccanica…

mungitura meccanica

…e quella manuale! 

mungitura manualeOvviamente tutto ciò è inteso nel caso si tratti di mucche d’allevamento, se siete voi stessi proprietari di una mucca che mungete personalmente, siete fortunati, sarà sufficiente bollire il latte e basta.  mucca al pascolo

Volendo sfatare alcuni miti (cliccate e si aprirà il link):

A voi le conclusioni!Go vegan!

©2011-2015  Mirella Puccio  – Tutti i diritti riservati

Fonti: le immagini inserite nel post sono state reperite in Rete.

ORRORE SENZA FINE

2 Giugno 2011 9 commenti

 

blogging_against_animal_abuseIn Danimarca e Turchia lo stupro degli animali è legale. Esistono dei postriboli, dove gli animali vengono violentati, c’è chi paga i proprietari che li mettono a disposizione dei clienti.

È un orrore senza fine, molti animali non sopravvivono o muoiono fra atroci dolori. I crimini rimangono impuniti.

Si tratta di una pratica diffusa purtroppo…  la gente non vuole e/o non può sapere, documentarsi significa star male, ma qualcuno deve pur farlo e divulgare, io sto facendo del mio meglio, altrimenti notizie del genere continueranno a passare inosservate, tanto, come afferma qualcuno, sono solo animali. E noi sappiamo che non è così, sono creature senzienti e hanno diritto al massimo rispetto.

Sapevo che accadeva in Africa, in Asia, mentre il nord Europa è stata una (brutta) sorpresa… gravissimo che i governi non provvedano ad arginare il fenomeno. Anche in Svezia gli abusi sugli animali sono in aumento e vengono tollerati. A quanto pare non esistono leggi che proteggano gli animali da questi mostri che ritengono normale violentare animali domestici, ma non solo, anche quelli di fattoria… Ci sono storie davvero raccapriccianti riguardanti aberrazioni innominabili, incluse gravi mutilazioni inferte agli animali, che non sopravvivono a tali sevizie.

Stop_Animal_Abuse

Come già detto, la diffusione delle notizie è scarsa e nel corso delle mie ricerche per elaborare questo post, casualmente sono venuta a conoscenza della storia di Lunar, la cagnetta violentata e uccisa a Sincan lo scorso marzo, in Rete troverete news al riguardo digitando ”The rape of Sincan”  o “The dog raped in Sincan”.

Dopo la violenza subita nei pressi del Municipio di Sincan, Ankara (Turchia) accanto all’ufficio del sindaco,  è stata uccisa dal suo carnefice senza che nessuno intervenisse. L’articolo riporta il link a un album di foto su Facebook  gestito da “Let’s Adopt! Global“,  con le foto di Lunar, da viva e da morta. Io non me la sento di pubblicarle sul post.

© 2011 Mirella Puccio  – Tutti i diritti riservati

stop_animal_abuse