Archivio

Archivio Dicembre 2009

L’ULTIMO VIAGGIO DI TESOROMIO

8 Dicembre 2009 19 commenti

 

Da sabato 5 dicembre Tesoromio ha smesso di nutrirsi.  

Ha contratto una stomatite, conseguenza della sua insufficienza renale. Da ieri applico un gel sul musetto e sui denti per cercare di risolvere il problema. Inoltre non riesce più a muoversi, se lo fa, barcolla e cade. Temo che mi stia lasciando. È in stato comatoso, non reagisce agli stimoli e da due giorni resta disteso nel suo lettino praticamente inerte. Secondo la vet le strade percorribili sono due: addormentarlo per sempre o andare avanti. 

 Tesoromio è abituato alle flebo... gli anno permesso di continuare a vivere con l'insufficienza renale

Dato che non soffre, non si lamenta e anzi cerca di sopravvivere, ho deciso che sarà il Signore a decidere se e quando portarlo via da questo mondo. Stanotte e stamani è stato un po’ agitato, aveva degli scatti alle zampe e sembrava dovesse andarsene da un momento all’altro. Adesso è un po’ più tranquillo, la vet mi ha detto di mettergli una borsa d’acqua calda, così da non aver freddo. Infatti la sua temperatura sembra più bassa.  Io non credo che riuscirò mai ad accettare un fatto del genere. E neanche lui, stanotte abbiamo passato una notte in bianco, con la luce del comodino accesa e la mia mano sulla sua testolina. Ha una fibra forte, ha rischiato più di una volta di morire e ha sempre superato ogni ostacolo, vivendo tante e tante vite. Questa credo sia l’ultima disponibile…

Il mio micione sta lottando per vivere...

Quando penso ai nostri 20 anni di vita insieme, mi vedo giovane e felice, i miei occhi brillavano, adesso sono spenti. Tesoromio è uno di famiglia. È stato testimone di ogni mia gioia, dei dolori, delle vittorie e delle sconfitte. Ha conosciuto il mio sorriso e adesso conosce anche le mie lacrime. Mi ha seguito nelle mie scorribande, fra traslochi e vacanze, sempre al mio fianco. Vent’anni fa, quando lo adottai, ero piena di speranze nel futuro, adesso, posso solo guardarmi indietro, perché davanti a me c’è il nulla. 

Tesoromio, un grande amore che dura da 20 anni

So che non devo farmi illusioni, ma non smetterò di curarlo, non c’è alcuna forma di accanimento terapeutico, prosegue le sue solite cure, la pillolina, le flebo, il gel per le gengive e tanto amore. Oggi gli ho messo vicino la statuina di legno del Cristo Redentore, acquistata a Rio de Janeiro quando mi trovavo in Brasile con lui. Che il Signore lo protegga. 

 Tesoromio e il suo Cristo brasiliano...

Se te ne andrai, sappi che porterai via con te una parte di me. Quella parte di me ancora in grado di amare.

 

Ti amerò sempre Tesoromio.

 

© 2009 Mirella Puccio 

 NOTA IMPORTANTE

Quando ho iniziato a scrivere questo post, alle 15.22, Tesoromio era ancora in vita. Dopo ha cominciato ad agitarsi, così ho terminato in fretta pensando di pubblicarlo domani.

Nel frattempo il suo cuoricino  ha smesso di battere. Erano le 17.25. Ho deciso di pubblicare ugualmente i miei pensieri, scritti mentre Lui era ancora con me, e le sue ultime foto.

Non riuscirò mai a rassegnarmi alla sua perdita, sono disperata. La mia vita non sarà più la stessa. 

 

Tesoromio

 AGGIORNAMENTO  

Il 1° dicembre 2011 è uscito il nostro romanzo, lo trovate nella vetrina online de “ilmiolibro.it” con il titolo “Tesoromio Dos Santos, il gatto venuto dal Brasile”.

Ho provato un’incredibile sensazione di felicità per aver pubblicato la storia di un amore durato 20 anni. Il mio piccolo continuerà a vivere fra le pagine del suo libro tutte le volte che qualcuno lo leggerà. 

Se desiderate acquistarlo, cliccate qui.

 

Categorie:Animali, Argomenti vari