Archivio

Archivio Novembre 2006

Un?idea per una vacanza a 4 zampe in 5 stelle?

30 Novembre 2006 11 commenti
Categorie:Argomenti vari

Una domenica da gatti

13 Novembre 2006 2 commenti


Al sabato, la mia mamma di solito va al mercato a comprare il pesce fresco. Io lo so e quando rientra, annuso tutte le buste della spesa sperando di trovare il bottino: gamberi o calamari, che lei acquista spesso perché le piacciono molto. Non è la sola!

Siccome comincia a far freddo, quando lei è rientrata non l?ho sentita, perchè riposavo nel mio trapuntino. Ma la sera, quando ha iniziato a preparare la cena, un odore paradisiaco mi ha svegliato: era quello dei gamberi. Così sono andato immediatamente in cucina, ho fatto un po? di scena e alla fine lei mi ha concesso un bel gambero crudo tagliato in due. In pochi secondi ho ingoiato il boccone prelibato e sono stato ad aspettare il resto, che non è arrivato. Mah, possibile che abbia comprato solo gamberi? Penso che il resto sia nascosto nel frigo per domani, ma io lo sorveglierò ad ogni apertura. Non mi faccio fregare così!

La domenica mattina mi ha spazzolato dicendo che sono bello e non perdo più pelo e visto che si è sbrigata velocemente, ha pensato di guardarmi dentro le orecchie e ha esclamato?
-Ueh, ma sono da pulire, ci vuole lo spazzolone, altro che cotton fioc e bisognerà mettere le gocce?-
Lei non capisce il fastidio che provo, quando scende a perlustrare le gallerie dei miei padiglioni auricolari.
?Basta, mi fai il solletico!- ho sibilato sotto i baffi.
Quando ha finito di trafficare con le orecchie, mi sono disteso al sole sul cuscino pulito che mi aveva appena cambiato, rosolandomi tutta la mattina come una lucertola. Per inciso la mia sedia è situata in posizione strategica, vicino al frigo. Io fingevo di dormire, in realtà lo sorvegliavo con un occhio, lei crede di essere furba, ma io lo sono di più!

A pranzo ha mangiato la pasta, quindi ero certo che a cena avrebbe cucinato il pesce. Nel pomeriggio ho schiacciato un sonnellino a letto e di tanto in tanto facevo un po? di casino correndo su e giù per il corridoio. Dovete sapere che quando voglio attirare la sua attenzione, miagolo come un pazzo, finche non è costretta ad alzarsi e mi rincorre. Sono bravissimo a schivare il “lancio della ciabatta” e mi nascondo sotto il letto per non farmi acchiappare. Recentemente ho perfezionato uno speciale miagolio, degno di Pavarotti, che la infastidisce terribilmente. Lei è stata sorda ad ogni richiamo, continuando a lavorare al computer per tutto il pomeriggio.

Finalmente ha fatto il primo passo falso: è andata in cucina, ha aperto il frigo ed estratto uno dei contenitori. Ragazzi, non era odore di calamari, si trattava di qualcos?altro, un profumo ignoto, assolutamente delizioso, appetitoso, stimolante. La mamma da un po? di tempo è diventata severa e mi ha ridotto drasticamente il pesce, perché la vet le ha consigliato dei cibi in scatola adatti per i miei problemi renali. Appena la vedo, le dirò:
-Senti un po? bellina, le scatolette mi disgustano, è roba per vecchi o malati e io non sono né l?uno né l?altro, intesi? Faccio un?eccezione per i croccantini, che considero alla stregua di uno snack. Punto. ?
Per fortuna la mamma sostiene che ogni tanto bisogna trasgredire, sennò che vita è? Quindi penso che stasera mangerò pesce?

Dopo un po? che armeggiava ai fornelli, ha pulito uno strano pesce schiacciato che ha messo nella mia ciotola, in piccoli pezzi, poi mi ha chiamato dicendomi che si trattava di una sogliola e siccome non era certa che mi piacesse, aveva scelto la più piccola? Credetemi, ho divorato la soglioletta in pochi secondi. A lei è rimasta quella grossa, accidenti!

Anche questa domenica è finita, dopo qualche minuto di fusa per manifestarle il mio affetto, mi addormento accovacciato a lei che scrive, davanti alla TV. Spero che un giorno diventi una grande scrittrice, la mia mamma!

Categorie:Senza categoria