Archivio

Archivio Ottobre 2006

Halloween Cat Calendar

25 Ottobre 2006 7 commenti


Avevo già pubblicato sull’altro mio blog un Halloween Dog Calendar protagonista un Beagle, per par condicio (o per invidia…)Tesoromio, a nome di tutti i gatti, ha reclamato il suo. Così ha posato in esclusiva per tutti i bloggers cat-lovers in occasione della festa di Halloween. Lo sapete quanto sono vanitosi i gatti, no?

Siccome ci ha preso gusto stiamo preparando anche il calendario di novembre e dicembre.

Per salvare l’immagine del calendario basta cliccare col tasto destro del mouse e selezionare ‘Salva immagine con nome’; è disponibile un formato più grande che posso inviare su richiesta tramite e-mail.

Categorie:Argomenti vari

Che bello averti con me!

18 Ottobre 2006 15 commenti


Quando scoppiò il nostro amore avevi pochi mesi di vita e non avrei mai pensato che saresti rimasto al mio fianco tutti questi anni.

E ogni giorno rinnovi la tua promessa di fedeltà, affetto e compagnia, nella buona e nella cattiva sorte, dall?alba al tramonto.

Quest?anno hai compiuto 16 anni, che pare equivalgono a 80 anni umani. Quando ci penso, ti osservo e mi assale una gran tenerezza per questo vecchietto peloso che esteriormente non sembra così anziano, mentre io so che non è così e la sua salute è malferma.

Tesoromio non è solo un ?Gatto?, chiamarlo Gatto, sarebbe riduttivo.

Da fine settembre ho ripreso a praticargli le sue flebo quotidiane perché mi sembrava che non stesse tanto bene, dall?insufficienza renale non si guarisce. Dopo alcuni giorni si è ripreso e ho contattando la vet per fissare una visita con relativi prelievi. Lei ha trovato Tesoromio migliorato, perché credetemi, a vederlo, è proprio un bel gattone, e le analisi del sangue hanno confermato la ripresa. Il pelo è folto e lucido, gli occhi sono vivaci, solo che mangia poco, anche perché non apprezza moltissimo i suoi alimenti speciali. Ogni tanto gli concedo qualche peccato di gola… sennò che vita è? Presto le flebo diventeranno un paio a settimana, ma continuerà a prendere la sua compressa di lunga vita.

Non smetterò di curarlo finché vedrò la sua reazione positiva ai farmaci, valutando il rischio > beneficio delle cure. Ci credereste che durante la flebo comincia a farmi le fusa? Addirittura spesso si addormenta e in tutti i casi collabora, sta buono, così i 20 minuti di immobilità passano in fretta. Mi spiace solo dovergli mettere la compressina in bocca, in questo caso devo forzarlo, perché mischiata al cibo, non la mangia proprio.

Queste pillole lo hanno rimesso al mondo, anzi con l?occasione ringrazio da queste pagine la dott.ssa Cetty Leone, senza di lei chissà dove sarebbe sepolto il mio amorino a quest?ora. Mi permetto di raccomandarla a tutti coloro che hanno un cane o un gatto ammalato (e vivono a Palermo).

Ricordo che a giugno Tesoromio aveva iniziato ad accusare gravi disturbi di tipo renale e ovviamente mi ero affrettata ad interpellare il veterinario che lo aveva visitato in diverse occasioni. Quel pomeriggio sono stata così male ascoltando le sue parole che non lasciavano spazio alla speranza! Aveva affermato che per i gatti di quest?età restava ben poco da fare, sì potevo fare qualche flebo, per il resto si trattava di buttar via i soldi perché tanto sarebbe morto in tempi brevi. Siccome ho la testa dura, e dentro di me tanto amore che devo ancora dargli, non mi sono rassegnata a vederlo morire giorno dopo giorno e l?amico Salvo Piazza mi ha indirizzato alla nostra fatina, che ha recuperato in extremis Tesoromio.

Mi godo ogni giorno, ogni sera, la sua vicinanza e sono così felice che sia ancora con me! Al mattino stiamo insieme in cucina per il breakfast, poi se ne va in giro per la casa, e sceglie un posto possibilmente al sole (se c?è) finchè nel primo pomeriggio si eclissa e la sua pennichella dura fino a sera. Se sono in casa capita che si giochi, o si vada in balcone.

Quando rientro, se non è dietro la porta, dopo pochi passi lo sento miagolare ed è il suo modo per dirmi ?Ciao, ben arrivata! Mammina mi sei mancata!? Mi viene dietro e annusa tutto, la borsa, le buste della spesa, le scarpe. Certe volte rischio di inciampare su di lui! Il mio odore deve essere il suo odore e poi pretende le coccole e qualche parolina dolce. Alza il muso verso di me e con la coda ritta mi segnala che ha sentito la mia mancanza. La sera, mi aspetta pazientemente a letto o se faccio tardi al computer resta vicino a me sulla sua sedia.

Da quando papà non c?è più, il mio sonno è diventato intermittente, quindi capita che mi svegli 2, 3 volte nel corso della notte. Lui mi dorme vicino e se mi alzo cerco di non far rumore, ma spesso lui apre gli occhi e mi osserva. Quando richiudo gli occhi, li richiude anche lui.

E? un impiccione, è appiccicoso, capriccioso, rompiscatole. Ma è anche adorabile, affettuoso, coccolone e non so come sarebbe la mia vita senza di lui.

Al diavolo quelli che si meravigliano, non sanno quel che perdono!

Nella foto: Tesoromio durante una flebo, mentre dorme sul suo trapuntino preferito.

Categorie:Senza categoria

Dedicato a un amico eccezionale

14 Ottobre 2006 1 commento

Nei giorni scorsi Catiuscia mi ha lasciato un commento disperato circa la scomparsa del suo grande amico, Asso, sull’articolo “Il Giardino degli Eroi”

Carissima amica, hai trovato il posto giusto.
Questo blog è il posto del cuore, del riso e del pianto. Qui gli animali sono i protagonisti nella buona e nella cattiva sorte. Come avrai potuto notare, mi piace scrivere articoli allegri ed altri malinconici. Perché la vita è così. Hai fatto bene a scrivermi, non soffocare più i tuoi pensieri, scrivimi tutte le volte che ne hai voglia. Io ci sarò. Non c?è nulla di banale o scontato nel voler bene agli animali, come alle persone. Ho sempre creduto che il Signore in un impeto di generosità avesse creato cani e gatti con lo scopo di renderci la vita più lieve. E quando scompaiono, Lui è pronto ad accoglierli a braccia aperte nel Paradiso degli Animali, dove non ci sono più sofferenze.

Loro ci affidano la propria vita e siccome non sono immortali, prima o poi si ammalano, e un giorno se ne vanno, lasciandoci soli e disperati. I sensi di colpa fanno parte della nostra vita, ma non abbiamo la bacchetta magica per guarire i nostri cari dalla malattia. Io ne so qualcosa.

Asso, come tuo padre e tuo fratello, faceva parte della famiglia ed è normale che ti manchi tanto. Non avere rimorsi, né vergogna di esternare la profondità dei tuoi sentimenti, purtroppo il suo tempo era finito e Asso ha voluto farti l?ultimo regalo: attendere il tuo ritorno prima di morire. Ha chiuso gli occhi nella vita mortale per riaprirli in quella ultraterrena, ha dimostrato amore e resistenza fisica. Pensaci. Non è mai stato solo, neanche quando tu eri via, perchè c’era il tuo calore e i tuoi pensieri a tenergli compagnia.

Nel giorno della resurrezione Asso ti verrà incontro insieme ai tuoi familiari e tornerete ad essere la famiglia di un tempo. Devi crederci, per andare avanti, per te, per lui e tutti quelli che ti vogliono bene.

Raccontami di Asso, ma guarda al futuro e pensa che molti cani hanno bisogno di qualcuno capace di amarli, come tu sai fare. Sei mai stata in un rifugio o in un canile? Hai mai visto gli sguardi pietosi di tanti ?amici dell?uomo? abbandonati, maltrattati, che vivono rinchiusi, che non ricordano più una carezza, il calore umano, la convivenza con qualcuno che li ami? Non rinchiuderti nel tuo dolore, libera tutto l?amore che hai dentro e ama ancora. Asso ne sarebbe felice. Lui resterà il numero uno, ma prova a lasciare un po? di spazio ad un numero due?

Chiudi gli occhi e pensa che Asso corre e gioca felice nel Giardino dei Piccoli Eroi.

?se cani e gatti avessero le ali, non si accontenterebbero di essere uccelli, sarebbero angeli…

Da oggi puoi contare su un?amica in più che ti pensa con tanto affetto.

Mirella

Categorie:Senza categoria